ItFAQ

From Inkscape Wiki
Jump to: navigation, search

In Other languages: عربي Deutsch English Español Français Italiano 日本語 中文(简体) Português

Contents

Generale

Cos'è Inkscape?

Inkscape è un editor di grafica vettoriale open source, simile ad Adobe Illustrator, Corel Draw, Freehand, o Xara X. Ciò che distingue Inkscape è il suo uso come formato nativo di Scalable Vector Graphics (SVG), uno standard aperto basato su XML definito dal W3C.

Cos'è la grafica vettoriale?

Inkscape memorizza la sua grafica in un formato vettoriale. La grafica vettoriale è una descrizione delle forme e degli oggetti visibili nell'immagine indipendente dalla risoluzione, ovvero dal numero di punti del dispositivo fisico di visualizzazione. Un motore di rasterizzazione utilizza queste informazioni per disegnare ciascuna linea e curva a qualsiasi risoluzione o livello di ingrandimento, adattandosi di volta in volta alle caratteristiche fisiche del dispositivo di uscita (monitor, stampante).

Al contrario, gli editor di grafica raster (bitmap) come Photoshop o Gimp, memorizzano le proprietà di ogni singolo punto (pixel) dell'immagine, che è descritta come una matrice (griglia) di punti, legata ad una specifica risoluzione.

La grafica vettoriale è complementare, piuttosto che alternativa, alla grafica raster. Ciascuna delle due ha la sua propria finalità ed è utile per differenti applicazioni. La grafica raster è più indicata per la rappresentazione e l'elaborazione di immagini fotografiche e di certi tipi di disegni artistici, mentre la grafica vettoriale è più adatta per lavori di design, loghi, immagini con testo e illustrazioni tecniche. La rappresentazione vettoriale risulta in genere più compatta di quella raster.

Notare che Inkscape può importare e visualizzare anche immagini raster: una bitmap importata diventa semplicemente un altro oggetto nella vostra immagine vettoriale, e potete fare con esso tutto ciò che potete fare con gli altri tipi di oggetti (spostare, deformare, ritagliare, etc.).

Cos'è "Scalable Vector Graphics"?

Scalable Vector Graphics (SVG) è un formato per la grafica vettoriale standard, aperto e basato su XML, sviluppato dal W3C. La sua diffusione sta crescendo rapidamente; molti editor vettoriali possono oggi importare ed esportare SVG, e i browser moderni (come Firefox e Opera) possono visualizzarlo direttamente, cioè senza richiedere plug-in di sorta. Per maggiori informazioni, vedere la voce #SVG più avanti.

Inkscape è pronto per essere usato da utenti normali?

Sì! Anche se Inkscape non ha tutte le caratteristiche dei principali editor vettoriali, le ultime versioni forniscono una larga parte delle capacità di base per l'elaborazione di grafica vettoriale. Molti riferiscono di utilizzare con successo Inkscape in parecchi progetti molto diversi (grafica per il web, diagrammi tecnici, icone, grafica creativa, loghi, mappe). Per esempio, migliaia di immagini nella Wikipedia sono create con Inkscape, come la maggior parte dei contenuti di Openclipart; molti esempi di lavori con Inkscape sono visibili qui e qui. Noi cerchiamo anche di mantenere il codice utilizzabile per gli utenti reali, poiché crediamo che uno stretto ciclo di interazione fra utilizzatori e sviluppatori darà i migliori risultati. Puoi iniziare ad utilizzare Inkscape assieme agli altri tuoi strumenti ora!

Su quali piattaforme funziona Inkscape?

Noi forniamo pacchetti binari per Linux, Windows 2000/2003/XP (programma di installazione completamente autonomo), e OSX (pacchetto dmg). Sappiamo che Inkscape è usato con successo su FreeBSD e altri sistemi operativi tipo Unix. Windows 98/ME non è più supportato, forse lo sarà in futuro.

Come ha avuto inizio Inkscape?

Inkscape ha avuto inizio come fork (biforcazione) di Sodipodi, nel tardo 2003, da quattro sviluppatori di Sodipodi: Bryce Harrington, MenTaLguY, Nathan Hurst, e Ted Gould. La nostra missione era creare uno strumento di disegno completamente conforme allo standard Scalable Vector Graphics (SVG), scritto in C++, con una nuova interfaccia utente più facile da usare (conforme a Gnome HIG), e con un processo di sviluppo aperto, orientato alla comunità. Nel corso dei mesi il progetto ha prodotto diverse release, mostrando una sequenza significativa di nuove prestazioni e miglioramenti nel codice, e rendendo rapidamente Inkscape un progetto open source rimarchevole.

Cosa significa 'Inkscape'?

Il nome è composto dalle due parole inglesi 'ink' e 'scape'. Ink (inchiostro) è una sostanza comune per il disegno, ed è utilizzata quando il lavoro abbozzato è pronto per essere permanentemente fissato sulla carta, perciò evoca l'idea che Inkscape sia pronto per lavori produttivi. Scape è la vista di un grande numero di oggetti, come in 'landscape' (panorama), e allude alla natura della grafica vettoriale, orientata agli oggetti.

Posso usarlo per creare pagine web?

Non ancora, nonostante molti utenti usino Inkscape per realizzare modelli di pagine web o per generare immagini per il web, come banner, loghi, icone e altro.

Con i recenti sviluppi nel supporto SVG nei browser web (come Firefox e Opera), utilizzare SVG direttamente nel web diventa più che una possibiltà. Per esempio, con Firefox 1.5 o superiore, si può aprire un documento SVG direttamente nel browser, e Firefox lo visualizza correttamente. In teoria, SVG e XHTML possono essere usati assieme nello stesso documento, perciò utenti o sviluppatori interessati possono esplorare ulteriormente questa possibilità.

Posso usarlo per creare animazioni?

No, Inkscape non supporta ancora l'animazione SVG; gestisce grafica 2-D statica. Però è possibile esportare grafica da Inkscape per utilizzarla in animazioni Flash o GIF. E dal febbraio 2006 Blender può importare dati SVG ed estruderli per creare grafica 3D.

Ci sarà un Inkscape 1.00? Come dovrebbe essere?

Presumendo che lo sviluppo continui stabilmente, raggiungeremo inevitabilmente la versione 1.00, ma non è ancora stata prevista una data particolare.

Prima di dare alle stampe qualche tipo di versione 1.00, ci dovrebbe essere un significativo sforzo per terminare lavori incompleti, per ottenere maggiore stabilità e per "ammorbidire gli spigoli". Questo potrebbe essere un processo lungo e finché non si verificherà Inkscape potrà andare soggetto a modifiche sostanziali fra le varie versioni.

Contribuire a Inkscape

Come posso aiutare?

Prendi il codice e inizia a modificare ciò che attira la tua attenzione. Manda una patch quando sei soddisfatto delle modifiche e pronto a condividere i tuoi sforzi con gli altri. Abbiamo anche bisogno di redattori e traduttori per il manuale utente e per i file di internazionalizzazione dell'interfaccia.

Prendiamo molto seriamente i contributi e seguiamo il principio "modifica prima, discuti dopo", perciò è molto probabile che i tuoi sforzi appaiano rapidamente nel codice di sviluppo. Ci sono ovviamente delle regole e degli standard che devono essere seguiti, ma cerchiamo di mantenerli prevedibili e ovvi.

C'è un modo per aiutare senza scrivere codice?

Certamente! C'è di sicuro un sacco di lavoro di programmazione da fare, ma ci sono anche parecchi altri lavori necessari per il successo del progetto:

Ricerca degli errori e test:

Identificare e caratterizzare i bug (errori di programmazione) può essere di enorme aiuto, riducendo il tempo di sviluppo necessario per correggerli.

  • Trovare e segnalare i bug. Questa è un'esigenza critica per assicurare la qualità del codice.
  • Rivedere e verificare i bug segnalati. A volte le segnalazioni di bug non riportano sufficienti informazioni, oppure i bug sono difficili da riprodurre. Prova a vedere se riscontri anche tu l'errore descritto, e aggiungi informazioni alla descrizione.
  • Verificare le prestazioni. Realizza dei disegni SVG complessi che stressino Inkscape, e inviali al bug tracker di Inkscape come strumenti di test, con i tuoi rilievi dei tempi.
  • Verificare la compatibilità. Confronta il rendering (visualizzazione) di disegni SVG prodotto da Inkscape con quello di altri programmi, come Batik e Cairo, e segnala le differenze riscontrate (a entrambi i progetti).
  • Assegnare una priorità ai bug. I bug contrassegnati dalla priorità '5' sono nuovi bug; rivedili e assegna loro una priorità alta/media/bassa conforme alla loro gravità. Vedi Updating Tracker Items sul wiki per i dettagli.

Aiutare gli altri utenti

Oltre a realizzare una valida applicazione per il disegno, per noi è pure estremamente importante costruire una buona comunità attorno ad esso; puoi aiutarci a raggiungere questo obiettivo direttamente, aiutando altri utenti. Sopra tutto, tieni presente che vogliamo mantenere la comunità di Inkscape come un posto simpatico ed educato, perciò incoraggia il buon comportamento attraverso la tua stessa interazione con gli altri nel gruppo.

  • Scrivere guide. Se qualcosa non è già documentato in una guida, redigi una descrizione su come usarlo.
  • Partecipare a inkscape-user@. Rispondi a domande che appaiono nella mailing-list, poste da altri utenti. Inoltre, condividi i tuoi suggerimenti e trucchi, e mostra nuovi modi di utilizzare Inkscape per fare cose interessanti.
  • Creare clipart. Puoi inviarle al progetto openclipart.org.
  • Insegnare Inkscape. Insegna a persone della tua zona l'uso di Inkscape, oppure esponi presentazioni di Inkscape (e di altri strumenti di illustrazione open source) in eventi locali, riunioni dei Linux User Group, etc.

Sviluppo (programmazione non necessaria)

  • Traduzioni. Informazioni su come realizzare traduzioni dell'interfaccia utente sono disponibili sulla pagina TranslationInformation del wiki.
  • Disegnare icone e temi SVG. Crea nuove icone per temi esistenti, o inizia un nuovo tema di icone. Vedi anche librsvg.sf.net.
  • Modellare nuove finestre di dialogo. Disegna idee per migliorare o aggiungere finestre di dialogo. Questo è comodo per gli sviluppatori dell'interfaccia utente per capire cosa fare.
  • Migliorare la pacchettizzazione. Trova come realizzare il pacchetto per il tuo sistema operativo o distribuzione Linux, in modo che Inkscape si installi e funzioni meglio. Vedi CreatingDists nel wiki.
  • Aggiungere estensioni. Inkscape può collegarsi a programmi esterni per la lettura e scrittura di file, funzioni speciali, etc.. Crea nuovi file .inx per agganciare questi programmi per l'uso con Inkscape. Inoltre, se sei a tuo agio nel fare script in Perl, Python, etc. prova anche a migliorare le estensioni!
  • Aggiungere documentazione ai sorgenti. Il codice sorgente ha bisogno in alcune parti perfino della più elementare documentazione; documentare le funzioni aiuterà certamente il prossimo programmatore.
  • Creare template. Vedi la cartella share/templates di Inkscape.
  • Lavorare nel wiki. Il wiki è un ottimo posto per radunare le informazioni sullo sviluppo, ma necessita sempre di aggiornamenti, revisioni ed elaborazioni.
  • Pianificare lo sviluppo futuro. Rivedi e aiuta ad aggiornare la Roadmap nel wiki. In sostanza, parla con gli sviluppatori di ciò che stanno facendo, che stanno pianificando di fare o che hanno appena finito, e aggiorna la roadmap di conseguenza.

Diffondere il verbo - Marketing di Inkscape e proselitismo

Aumentare la base di utenti è importante. L'effetto rete di un maggior numero di utenti coinvolti significa un maggior numero di potenziali contributori, e si spera di gente che parla bene di noi e che fornisce a Inkscape una pubblicità con il passa-parola, cosa che noi riteniamo importante. Tutti i nostri utenti e sviluppatori fungono da ambasciatori di Inkscape, e gli altri giudicheranno Inkscape in base a come noi ci comportiamo. E' importante che siamo tutti educati ed amichevoli e che rendiamo Inkscape un progetto che alla gente piaccia usare e divertente per chi ci lavora; tutto il resto seguirà naturalmente da questo. Comunque in linea generale per costruire la comunità preferiamo la qualità alla quantità, perciò fate attenzione a non eccedere con il proselitismo e con la "vendita aggressiva". Vogliamo lavorare con le altre applicazioni, piuttosto che 'ucciderle', e quel tipo di commenti sono controproducenti. Dobbiamo gestire le aspettative: vogliamo che gli utenti siano piacevolmente sorpresi da quanto Inkscape fa, non contrariati perché non corrisponde agli altri programmi in ogni prestazione. Bisognerebbe pensare a Inkscape come ad uno strumento per fornire agli artisti un altro modo per essere creativi, che complementa i loro attuali strumenti e competenze.

  • Scrivere articoli. Fai pubblicare articoli sui vari periodici online (o stampati) e blog. Non dimenticare di includere un link a Inkscape!
  • Creare screenshot. Prepara schermate di esempio, soprattutto per le nuove caratteristiche.
  • Creare esempi. Gli esempi sono utili per mostrare i diversi modi d'impiego di Inkscape. Prepara qualche immagine e i relativi testi, e sottoponili ai gestori del sito web (attraverso la mailing-list inkscape-devel).
  • Lavorare sul sito web. L'aiuto per il sito web è sempre apprezzato. E' richiesta la conoscenza di HTML, ed è utile anche la conosenza di PHP. Studia il codice del sito web dall'archivio Subversion (svn) e poi manda le modifiche, oppure richiedi l'accesso diretto svn e shell per fare il lavoro al volo.
  • Fare presentazioni. Tieni discorsi su Inkscape in occasione di fiere, simposi ed altri eventi. Ricordati di annunciare questi interventi nella mailing-list in modo che possiamo scriverne sul sito web.
  • Reclutare altri sviluppatori. Trova persone con interesse nella programmazione, e incoraggiale a lavorare su Inkscape.

Dovo posso trovare un banner per Inkscape?

Eccone uno:

http://www.inkscape.org/images/inkscape_80x15.png

Considerati libero di contribuire con tuoi banner o pulsanti per promuovere Inkscape. I migliori saranno linkati qui.

Usare Inkscape

Come posso ruotare gli oggetti?

Inkscape segue la convenzione usata da CorelDraw, Xara e alri programmi: piuttosto che avere uno strumento di rotazione separato, si utilizza lo strumento di selezione (freccia), si clicca per selezionare l'oggetto e poi si clicca di nuovo lo stesso oggetto; le maniglie attorno all'oggetto diventano maniglie per la rotazione, ed è sufficiente trascinarle per ruotare l'oggetto. Si può anche utilizzare il dialogo Trasforma per eseguire rotazioni precise.

Come posso cambiare il colore del testo?

In Inkscape il testo non è diverso da ogni altro tipo di oggetto. Puoi colorare il suo interno e il suo contorno con qualsiasi colore, come faresti con qualsiasi altro tipo di oggetto. La tavolozza dei colori, il dialogo "Contorno e riempimento", la copia degli stili, tutto funziona con i testi esattamente come funziona, per esempio, con i rettangoli. Inoltre, se con lo strumento Testo selezioni una parte di un oggetto testo (col mouse o con Shift+frecce), allora qualsiasi impostazione di colore sarà applicata solo alla parte di testo selezionata.

Come si inseriscono simboli matematici o altri simboli speciali nel disegno?

Mentre editi il testo sulla pagina, premi Ctrl+U e scrivi il codice Unicode del simbolo che ti serve; l'anteprima del simbolo è visualizzata nella barra di stato; per confermare premi Invio. Una lista dei codici Unicode è disponibile su unicode.org. Ad esempio, il codice per il segno di integrale è 222b; devi avere nel tuo sistema un font che contiere questo carattere, altrimenti vedrai solo un segnaposto rettangolare.

Mentre editi il testo nella linguetta Testo del dialogo "Testo e carattere", puoi usare qualsiasi modalità di immissione supportata dalla tua installazione GTK. Consulta la documentazione GTK per i dettagli.

Quando salvi il tuo lavoro in formato eps, è consigliabile selezionare l'opzione "Converti testo in tracciato" per preservare i simboli.

Come si possono disegnare curve sinusoidali con Inkscape?

Nella versione 0.43 Inkscape include un'estensione chiamata "Grafico funzione", che può essere usata per creare sinusoidi o grafici di qualsiasi altra funzione.

Si possono anche utilizzare altri software, come Xfig, Kig o KSEG per creare curve complesse e poi esportarle in SVG per usarle con Inkscape.

Come si misurano distanze e angoli?

Inkscape non ha ancora uno strumento specifico per le misure; lo strumento Penna può essere usato al suo posto: seleziona lo strumento Penna (Shift+F6), clicca ad una estremità del segmento che vuoi misurare e sposta il mouse all'altra estremità (senza cliccare); nella barra di stato puoi vedere la misura della distanza e dell'angolo; poi premi Esc per annullare.

Gli angoli sono misurati normalmente in senso antiorario a partire dalle ore 3 (la convenzione matematica), ma nelle preferenze si può cambiare questa impostazione per usare le misure in senso orario a partire dalle ore 12.

A partire dalla versione 0.44 è anche disponibile l'estensione "Misura tracciato" che misura la lunghezza di qualsiasi tracciato.

Inkscape supporta le tavolozze? Dove posso memorizzare i set di colori per l'impiego successivo?

Dalla versione 0.42 Inkscape supporta le tavolozze usando lo stesso formato di file di GIMP (GIMP Colour Palettes, .gpl).

Come posso far funzionare le estensioni?

Il meccanismo delle estensioni permette di utilizzare programmi esterni e script in qualsiasi linguaggio per aumentare le capacità di Inkscape. La parte delicata è soddisfare tutte le dipendenze dei programmi esterni. Per aiuto sulle dipendenze delle singole estensioni vedi GettingExtensionsWorking. Se sei particolarmente interessato negli Effetti vai direttamente a Effect requirements; se usi MacOSX, vedi le istruzioni in CompilingMacOsX#Enabling python effects.

Come posso stampare le guide? Quando si stampano da Inkscape non hanno le dimensioni giuste, e non mi piace leggere a video.

Tutte le guide in tutte le lingue sono disponibili online in HTML in questa pagina e possono essere facilmente stampate dal tuo browser.

E' possibile applicare un gradiente a un contorno in modo che segua la curvatura del contorno?

Un contorno può essere colorato con un gradiente, ma il gradiente non seguirà la curvatura del contorno; rimarrà lineare o ellittico. Se intendi qualcosa come questo, allora SVG può emulare questi effetti usando i filtri SVG, che Inkscape ancora non supporta.

Ci sono comunque un paio di rimedi; uno è descritto qui; l'altro è usare l'estensione Interpola per creare versioni intermedie fra due tracciati curvi, con colori e livelli di trasparenza differenti e graduati; con un numero sufficiente di passi, tale interpolazione apparirà simile ad un gradiente con curvatura arbitraria.

Sto cercando di realizzare una serie di cloni con variazione di colore, ma i cloni si rifiutano di cambiare colore.

Perché questo funzioni l'oggetto originale che stai clonando deve avere il suo riempimento e/o contorno disattivato (non impostato a "nessun colore", ma proprio disattivato). Usa il tasto '?' nel dialogo "Riempimento e contorno" per disattivare il riempimento e/o il contorno, oppure usa il comando "Disattiva riempimento" nel menù contestuale (tasto destro del mouse) dello stile corrente sulla barra di stato. Se l'originale è un gruppo, allora è anche possibile disattivare il riempimento e/o il contorno in una parte soltanto degli oggetti che lo compongono, e in quel caso solo questi oggetti del gruppo cambieranno colore nella serie di cloni, mentre gli altri manterranno il riempimento e/o contorno dell'originale.

Sto cercando di applicare una maschera con gradiente di opacità ad un oggetto, ma l'intero oggetto scompare.

Nota che per le regole SVG, il colore nero in una maschera è opaco, ovvero oscura l'oggetto sotto di lui; mentre il colore bianco è trasparente, ovvero lascia vedere l'oggetto sotto di lui. Inoltre il riempimento "nessun colore" o totale trasparenza è equivalente a "nero trasparente" perciò nelle maschere diventa anch'esso opaco, contrariamente a quanto si potrebbe intuire. Quindi se vuoi mascherare gradualmente un oggetto devi creare il gradiente della maschera o dal bianco al trasparente, o dal bianco al nero. Le regole dettagliate delle maschere in SVG sono definite qui.

Le immagini esportate da Inkscape in formato PNG hanno i bordi frastagliati / non hanno antialiasing / hanno strani sfondi.

Questo è un problema nel software che usi per visualizzare i file PNG, non in Inkscape. Ad esempio, Internet Explorer in versioni precedenti alla 7 non può visualizzare correttamente file PNG con la trasparenza. Prova a visualizzare i tuoi PNG con Firefox. Se devi assolutamente supportare IE 6, non puoi utilizzare sfondi trasparenti nei PNG; impostali opachi nelle proprietà del documento ed esporta nuovamente in PNG.

Anche se vuoi aprire con MS-Word un'immagine PNG esportata, devi impostare l'opacità alpha dello sfondo al massimo, e poi esportare; il risultato sarà molto migliore.

Ho due oggetti adiacenti, con i loro bordi perfettamente coincidenti, ma a certi livelli di ingrandimento è comunque visibile una giunta.

Questo è un problema noto del nostro renderer (come di tanti altri renderer, per esempio quello di Xara). La visualizzazione con antialiasing a volte crea dei pixel non completamente opachi lungo i bordi di due oggetti, anche se non c'è assolutamente spazio fra di loro. Ci sono diversi modi per evitare questo problema; se i contorni sono orizzontali o verticali, puoi evitare l'antialiasing agganciandoli alla griglia di pixel (vedi la domanda seguente). Spesso è possibile unire semplicemente i due oggetti in modo che diventino uno e la giunta sparisca; se questo non è possibile, si può fare una piccola sovrapposizione dei bordi coincidenti; se neppure questo è possibile (per esempio a causa della trasparenza degli oggetti), a volte può essere d'aiuto la sfocatura: dalla versione 0.45 si possono raggruppare i due oggetti e poi sfocare leggermente il gruppo per far sparire la giunta.

Come si può disattivare l'antialiasing?

Con l'attuale renderer non è possibile eliminare completamente l'antialiasing, è però possibile eluderlo parzialmente nelle esportazioni. Normalmente l'antialiasing è indesiderato nelle linee orizzontali e verticali, che diventerebbero "sfocate". Per ovviare a questo, assicurati che i tuoi bordi orizzontali e verticali siano agganciati alla griglia di pixel (vedi Proprietà del documento-Griglia/guide e Aggancio), e che tutti i contorni siano larghi un numero intero di pixel. Poi esporta l'immagine bitmap alla risoluzione predefinita di 90 DPI, in modo che un pixel come unità di griglia corrisponda ad un pixel nella bitmap; i contorni di colore così agganciati risulteranno perfettamente netti.

Si può usare Inkscape dalla linea di comando?

Sì, Inkscape ha una potente interfaccia a linea di comando e può essere usato negli script per una varietà di compiti, come esportazioni e conversioni di formati; vedi la pagina del manuale (online, o con l'opzione Help > Command line options della linea di comando, o con il comando man inkscape in sistemi Unix).

Uso Windows, e i parametri nella linea di comando non sembrano funzionare!

Attualmente, cose come esportazione o conversione in SVG puro funzionano, soltanto non scrivono nulla sulla console. Questo succede perché Inkscape in Windows è una applicazione GUI (ovvero con interfaccia utente grafica), e in Windows alle applicazioni GUI non è consentita la scrittura su console (interfaccia utente testuale). Questo comporta che le opzioni di query (richieste) come --query-x non funzionano per nulla; ma questo problema può essere risolto ricompilando Inkscape come applicazione console. Vedi questa pagina per istruzioni generali sulla compilazione per Windows; modifica il file Makefile.mingw.common nella cartella principale dell'albero dei sorgenti, e sostituisci

-lgc -mwindows -lws2_32 -lintl

con

-lgc -mconsole -lws2_32 -lintl -lgdi32 -lcomdlg32

poi ricompila. Così otterrai un eseguibile inkscape.exe che funziona esattamente come quello Linux per quanto riguarda i parametri della linea di comando e l'uscita su console. Se utilizzi regolarmente l'interfaccia a linea di comando di Inkscape in Windows, segnalalo con un messaggio alla mailing list inkscape-devel, e considereremo se includere questo tipo di eseguibile nelle distribuzioni ufficiali di Inkscape per Windows.

Come posso far funzionare le combinazioni Alt+click e Alt+trascina in Linux?

Alt+click e Alt+trascina sono scorciatoie molto utili in Inkscape ("seleziona sotto" e "muovi selezione" con lo strumento di selezione, "scultura nodi" con lo strumento Nodi). Però in Linux Alt-click e Alt+trascina sono spesso riservati dal gestore delle finestre per la manipolazione delle stesse. Devi disabilitare queste funzioni nel tuo gestore delle finestre per rendere disponibili queste combinazioni in Inkscape.

KDE

Per esempio, in KDE questo si fa in Control Center > Desktop > Window Behavior > Window Actions.

XFCE4

Vedi xfwm4.html.

GNOME

Vai in System > Preferences > Windows. Ci sono tre opzioni per spostare le finestre: 'Alt', 'Ctrl' o 'Super' (tasto con il logo Windows). Scegli 'Super'.

Ho problemi con i nomi di file non latini in Linux! Aiuto!

Se il tuo set di caratteri locale non è UTF-8, allora ti serve impostare queste variabili di ambiente:

$  G_BROKEN_FILENAMES=1
$  export G_BROKEN_FILENAMES

Questo è necessario affinché le funzioni Glib di conversione dal set di caratteri locale a UTF-8 (usato in SVG) e viceversa funzionino. Vedi ulteriori dettagli.

Come posso far funzionare le combinazioni Alt+click e Alt+trascina in Mac OS X?

Se non riesci a usare le funzioni di Inkscape che richiedono il tasto 'Alt' (come Scultura nodi), devi disabilitare l'opzione "Emulazione mouse a tre tasti" nelle preferenze di input per X11.

Sto lavorando su una macchina con il sistema operativo xxx che usa la lingua predefinita yyy, ma voglio lavorare con l'interfaccia utente di Inkscape nella lingua zzz (probabilmente inglese), come posso fare?

Linux
Prima digita il comando locale -a nella console, per vedere quali impostazioni locali sono supportate nel tuo sistema, e come sono denominate.
export LANGUAGE="C" nella linea di comando passa alla lingua principale (inglese).
export LANGUAGE="de_DE.utf-8" imposta la lingua tedesca. Questo comando funziona solo temporaneamente; dopo un riavvio del sistema tornerà attiva la lingua originale. La lingua selezionata deve essere installata nel sistema, altrimenti Inkscape utilizzerà la lingua predefinita.
MacOSX
Il modo ufficiale in Mac OS X è di fornire i file .lproj che permettono all'applicazione di impostare il linguaggio preferito dal dialogo di Preferenze del Sistema; comunque, questo è probabilmente ancora lontano nel futuro. Si potrebbe preparare uno schema basato su pacchetti di linguaggio, altrimenti il metodo Linux può funzionare.
Windows
1. Localizza la cartella di installazione di Inkscape (generalmente C:\Programmi\Inkscape)
2. Posizionati nella sottocartella \locale
3. Individua la cartella con le due lettere della lingua che non vuoi utilizzare (per l'italiano \it)
4. Rinomina questa cartella, ad esempio in qualcosa come it_disattivata o x_it, oppure cancellala
5. Riavvia Inkscape, e sarà utilizzata la lingua predefinita (inglese)
Attenzione, questa modifica interesserà tutti gli utenti di Inkscape in questa macchina.

Ho installato un nuovo font nel mio sistema Windows, ma Inkscape non lo vede.

Questo era un bug delle versioni di Inkscape fino alla 0.43, causato dall'uso di una cache (memoria) dei font obsoleta. Questa cache è memorizzata nel file .fonts.cache-1, che può trovarsi nella cartella \Windows, nella cartella \Windows\Temp, nella cartella Documenti o nella cartella indicata nella variabile di ambiente $HOME. Usa la ricerca dei file per nome per localizzarlo e cancellalo. Poi riavvia Inkscape, che vedrà i nuovi font.

Ho installato Inkscape su OS X 10.4.x, ma quando lo lancio non accade nulla; l'interfaccia non appare.

Sotto OS X 10.4.x, anche su macchine molto veloci, le versioni di Inkscape precedenti alla 0.44 potrebbero impiegare molto tempo per partire, la prima volta che vengono eseguite. Questo è causato da un workaround non correttamente implementato nel codice di lancio. Il problema è stato risolto nella versione 0.44 (ma non nelle pre-release 0-3).

In Linux, Inkscape si pianta con un messaggio "invalid pointer"

Se il tuo Inkscape si pianta all'avvio con un messaggio di errore del tipo

*** glibc detected *** free(): invalid pointer: 0x086143b0 ***

questo è causato da una incompatibilità di versioni di GCC che affligge le applicazioni C++. Il tuo Inkscape è complilato con una versione di GCC differente da quella utilizzata per compilare le librerie C++ che usa. Ricompila Inkscape o le librerie C++ (libstdc++, libsigc++, libglibmm e libgtkmm) con la stessa versione di GCC, e il problema sparirà.

SVG

I documenti di Inkscape sono SVG validi?

Sì. Inkscape non supporta ancora tutte le funzionalità di SVG, ma tutti i file che genera sono SVG validi (con la parziale e temporanea eccezione dei testi dinamici, vedi sotto). Tutti i renderer conformi allo standard visualizzano i documenti di Inkscape in modo uguale allo stesso Inkscape. Se non lo fanno, è un buco. Se tale buco è in Inkscape lo correggeremo (soprattutto se ci aiuti segnalandocelo!).

In merito al testo dinamico?

Quando fu aggiunto il supporto al testo dinamico (flowed text) in Inkscape, questo era conforme all'allora attuale bozza provvisoria della specifica SVG 1.2 (e fu sempre descritta come funzionalità sperimentale). Sfortunatamente, nella successiva bozza SVG 1.2, il W3C ha deciso di cambiare la specifica di questa funzionalità. Attualmente la specifica SVG 1.2 non è ancora terminata, e come risultato pochissimi renderer implementano la vecchia o la nuova sintassi del testo dinamico SVG 1.2. Perciò, tecnicamente, i file SVG di Inkscape che usano testo dinamico non sono SVG 1.1 validi, e generalmente causano problemi (errori o semplicemente rettangoli neri senza testo).

Comunque, vista l'utilità di questa funzionalità molto richiesta, abbiamo deciso di lasciarla disponibile agli utenti. Quando verrà pubblicata la specifica SVG 1.2 finale, cambieremo la nostra implementazione del testo dinamico per renderla completamente conforme, e forniremo un modo per convertire i vecchi oggetti di testo dinamico nel nuovo formato.

Finché questo non sarà fatto, non si dovrebbe usare il testo dinamico in documenti che si intende utilizzare al di fuori di Inkscape. Il testo dinamico è creato facendo click+trascina con lo strumento Testo, mentre il semplice click crea puro testo SVG 1.1. Perciò, se non hai realmente bisogno dell'aspeto dinamico (scorrimento in un rettangolo ridimensionabile, o in qualsiasi forma), clicca semplicemente per posizionare il cursore di testo anziché trascinare per creare una cornice. Se invece hai proprio bisogno del testo dinamico, dovrai poi convertirlo in testo normale (non dinamico) con il comando Testo > Converti in testo. Questo comando mantiene completamente l'aspetto e la formattazione del testo dinamico, ma lo rende non dinamico e conforme a SVG 1.1.

Cos'è il formato "Inkscape SVG", rispetto a quello "SVG puro" quando si salva un documento?

I file SVG di Inkscape usano il namespace 'inkscape:' per memorizzare alcune informazioni addizionali usate dal programma. Altri programmi SVG non possono interpretare queste estensioni, ma questo non è un problema perché le estensioni hanno effetto solo su come il documento è editato, non su come appare. Le estensioni non devono causare nessun problema di visualizzazione nei renderer conformi a SVG. Tuttavia, alcuni renderer non conformi possono avere problemi dalla presenza delle estensioni, oppure si potrebbe voler risparmiare un po' di spazio eliminandole (se non si prevede di modificare ancora in documento con Inkscape). Per questo è prevista l'opzione di formato "SVG puro".

Quali funzionalità SVG implementa Inkscape?

La parte principale di SVG che Inkscape ancora non supporta sono i filtri, l'animazione e i font SVG. Il resto sostanzialmente funziona, nonostante ci siano ovviamente buchi che stiamo continuamente correggendo. Per un confronto fra Inkscape e altri strumenti SVG open source con la suite di test SVG del W3C, vedi qui.

Ho creato un documento SVG a mano. Se lo apro e lo salvo con Inkscape, verrà tutto stravolto?

Inkscape cerca di evitare di cambiare il codice SVG soltanto perché non riconosce alcuni dei suoi elementi, tuttavia Inkscape apporta queste modifiche:

  • Tutti gli oggetti avranno un attributo 'id' univoco. Se esiste già ed è univoco sarà mantenuto, altrimenti ne sarà derivato uno dal nome del nodo.
  • Saranno aggiunti alcuni metadati con namespace 'inkscape:' e 'sodipodi:' all'inizio del documento.
  • Se si modifica un gradiente, questo sarà spezzato in due gradienti collegati - uno che definisce il vettore di colore, l'altro la posizione.
  • Qualsiasi cambiamento nelle proprietà di stile causa la ricostruzione dell'intero attributo 'style', e questo comporta che i commenti CSS (non XML) saranno persi e la formattazione CSS potrebbe cambiare.
  • Lo stile di formattazione del file SVG sarà modificato per seguire lo stile codificato in Inkscape.

E' in corso del lavoro per permettere ad Inkscape di meglio preservare il codice SVG creato a mano, ma è un compito molto difficile che richiede parecchio lavoro di infrastruttura e che sarà portato avanti gradualmente - ma un aiuto è sempre apprezzato.

Inkscape e il renderer X visualizzano i miei SVG in modo differente. Che fare?

Questo dipende da X. Noi riconosciamo Batik e il plug-in SVG Adobe come renderer SVG autorevoli, perché provengono da alcuni dei redattori dello standard SVG e sono molto attenti alla conformità. Questo può non essere vero per altri renderer. Perciò se hai un problema con qualche renderer, prova per favore lo stesso file con Batik o Adobe, o ancora meglio con entrambi (sono gratuiti e diponibili sulle diverse piattaforme). Se vedi ancora una discrepanza con la visualizzazione di Inkscape, allora vorremmo guardarci; per favore manda una segnalazione di bug; non dimenticare di allegare un file di esempio del problema, e possibilmente anche degli screenshot.

Inkscape e gli altri programmi

Perché la divisione da Sodipodi?

Inkscape è iniziato come fork (biforcazione) del codice di Sodipodi. Le ragioni principali sono state differenze negli obiettivi e nell'approccio allo sviluppo. L'obiettivo di Inkscape è di essere un editor SVG totalmente conforme allo standard, mentre per Sodipodi SVG è più un mezzo per il suo scopo di essere uno strumento di illustrazione vettoriale. L'approccio di sviluppo di Inkscape enfatizza l'accesso aperto degli sviluppatori al codice, e l'uso di (e la contribuzione a) librerie e standard di terze parti, come HIG, CSS, etc., in preferenza allo sviluppo di soluzioni su misura. Riutilizzare soluzioni esistenti condivise aiuta gli sviluppatori a concentrarsi sul lavoro centrale di Inkscape.

Per conoscenza, può anche essere utile rileggere il messaggio di Lauris Sodipodi direction dell'ottobre 2003, e i suoi pensieri su SVG, sulla licenza e sul valore della divisione del progetto in due rami indipendenti.

Qual'è la differenza fra Inkscape e Dia?

Dia è un programma per diagrammi tecnici, come grafici di database, schemi di flusso, diagrammi di classi, etc., mentre Inkscape serve per il disegno vettoriale di illustrazioni, loghi, poster, icone scalabili, etc.

Comunque SVG è un formato utile per creare diagrammi, quindi noi speriamo che crescendo e diventando un editor SVG completo, Inkscape sarà utile anche per creare diagrammi. Diversi di noi sperano che Inkscape diventi uno strumento utile per il disegno tecnico e lavorano sulle funzionalità con questo obiettivo in mente. Tuttavia, Dia fornisce numerose utili capacità, come il supporto di UML, la generazione automatica dei diagrammi, etc., che vanno molto oltre l'ambito di un generico editor SVG. Idealmente, Inkscape e Dia possono condividere una quantità di infrastruttura di codice e di librerie di terze parti.

Si intende con questo rimpiazzare Flash?

Nonostante sia spesso identificato come "sostituto di Flash", SVG ha un'enorme gamma di altri usi al di fuori dell'animazione vettoriale. Rimpiazzare Flash non è uno degli intenti principali di Inkscape. Se SVG può sostituire Flash, e Inkscape può aiutare, bene, ma in SVG ci sono molte più cose utili da esplorare che la sola animazione per il web. (Vedi anche SMIL)

Inkscape è un sostituto di GIMP o Photoshop?

Nella maggior parte dei casi no. Inkscape e questi programmi sono usati per compiti molto diversi: Inkscape è usato per creare disegni vettoriali, come un poster o un logo, mentre gli editor di bitmap servono per lavorare su grafica raster, ad esempio per ritoccare fotografie. In molti lavori è necessario usare sia un editor vettoriale che un editor raster (come GIMP); ad esempio per aggiungere effetti ad una bitmap esportata da Inkscape.

D'altronde, gli editor raster sono spesso usati per impieghi comuni per i quali non sono molto adatti, come creare layout di pagine web, loghi o illustrazioni tecniche. Perlopiù questo succede perché gli utenti non sono a conoscenza della potenza (o perfino dell'esistenza) dei moderni editor vettoriali. Inkscape vuole correggere la situazione, e portare l'editor vettoriale allo status di strumento essenziale sulla scrivania di chiunque, piuttosto che esotico strumento specializzato usato solo dai professionisti.

Inkscape diventerà parte della suite Office di Gnome?

Inkscape dovrà maturare ancora un po' prima che questo possa essere considerato. In particolare, è necessario un migliore supporto per l'inclusione (Bonobo), e il sottosistema di stampa Gnome necessita di test più approfonditi (un aiuto per questo sarebbe molto apprezzato). Se puoi compilare una versione recente di Inkscape e aiutarci con i test sarebbe molto utile.

Quali formati può importare ed esportare Inkscape?

Inkscape supporta nativamente la lettura dei soli formati SVG e SVGZ (SVG compresso gzip), e può nativamente salvare come SVG, SVGZ, Postscript/EPS/EPSi, Adobe Illustrator (*.ai), LaTeX (*.tex), e POVRay (*.pov).

Con l'aiuto delle estensioni, Inkscape può leggere e salvare PFD, EPS, AI, Dia, Sketch e qualche altro formato.

Inkscape può nativamente importare la maggior parte dei formati raster (JPG, PNG, GIF, etc.) come oggetti bitmap, ma può esportare solo bitmap in formato PNG.

Vedi FileTypes per la discussione sui formati di file che le persone vorrebbero vedere supportati, e sugli strumenti di terze parti che possono essere usati per convertire i file da o verso SVG.

Come posso usare i miei file *.cdr (disegni vettoriali di Corel draw) con Inkscape? Ho le mie immagini in formato *.cdr e vorrei continuare in SVG

  1. Apri il file cdr in CorelDraw; salvalo come file CGM (sarà salvata solo la parte vettoriale, non l'eventuale parte bitmap).
  2. Apri il file CGM in OpenOffice Impress; copia in OpenOffice Draw e inserisci le bitmap originali; salva il file come ODG, e potrai continuare in OpenOffice Draw.
  3. Seleziona tutto (Ctrl+A).
  4. Esporta come SVG.
  5. Apri il file SVG con Inkscape e correggi eventuali errori.

Ho esportato un file SVG da Adobe Illustrator, l'ho modificato con Inkscape e reimportato in AI, ma le mie modifiche non ci sono!

Questo succede perché Adobe bara. Crea un file SVG valido, ma oltre al codice SVG scrive nel file anche l'intera immagine codificata in formato Adobe binario. Inkscape, naturalmente, modifica solo la parte SVG dell'immagine e lascia invariata la parte in formato Adobe. Ma quando reimporti il file SVG in AI, questo ignora completamente il codice SVG e legge direttamente la parte codificata Adobe. Di conseguenza, ogni modifica SVG va perduta. Per aggirare questo, in Inkscape apri l'editor XML e rimuovi tutti gli elementi non SVG (tutto ciò che non ha il prefisso 'svg:' nel suo nome).

Posso utilizzare i documenti in formato *.fh10?

Sviluppo

Quali sono gli obiettivi dello sviluppo di Inkscape?

Inkscape vuole essere un editor di grafica vettoriale completamente conforme a SVG. Oltre alla conformità allo standard, i nostri obiettivi principali sono la stabilità, le prestazioni, le funzionalità di grafica vettoriale allo stato dell'arte, e un'interfaccia utente efficiente e innovativa.

Su quale linguaggio e strumenti di sviluppo è basato Inkscape?

Il codice che Inkscape ha ereditato da Sodipodi era basato su C/Gtk. E' in corso uno sforzo per convertire il codice in C++/Gtkmm. L'obiettivo ultimo è semplificare il codice e renderlo più manutenibile. Vi invitiamo ad unirvi a noi. Soltanto non menzionate Qt. :)

Qual'è la vostra posizione sulla condivisione di codice con altri progetti?

Sì, la condivisione di librerie di codice con altri progetti è altamente desiderabile, posto che esistano le giuste condizioni. Un buon candidato per una libreria sarà maturo, largamente distribuito, ben documentato e attivamente manutenuto. Non dovrebbe introdurre grossi problemi di dipendenze per l'utilizzatore finale e dovrebbe essere stabile, potente e leggero. Dovrebbe sforzarsi di fare una sola cosa, e farla bene. Le librerie che non soddisfino tutti questi criteri saranno considerate caso per caso.

Come si crea un'estensione per Inkscape?

Non hai bisogno di sapere molto sul funzionamento interno di Inkscape per creare un'estensione utile. Aaron Spike, l'autore della maggior parte delle estensioni distribuite con Inkscape, ha scritto un'utile pagina web sulla realizzazione di estensioni in Python (inclusa una serie di guide). Sono supportati anche Perl e Ruby.

Qual'è un buon modo per prendere familiarità con il codice?

Puoi iniziare con la documentazione Doxygen. Qui puoi trovare non solo le solite cose Doxygen, ma anche diverse viste categorizzate del sorgente di Inkscape.

Nella sezione Documentazione del sito web di Inkscape puoi trovare qualche diagramma ad alto livello e link ad altra documentazione che è stata prodotta, come la pagina di man.

Storicamente questo codice non è stato mantenuto ben documentato, perciò aspettati di trovare molte aree nelle quali l'unica risorsa è esaminare il codice stesso. Comunque, attribuiamo importanza al lavoro per cambiare questo stato di cose e per completare la documentazione.

Alcuni sviluppatori hanno trovato che provare le patch è un buon modo per fare esperienza del codice, vedendo come gli altri sviluppatori hanno approcciato la realizzazione delle modifiche. Ad altri sviluppatori piace prendere una richiesta di funzionalità (o anche una funzionalità desiderata da loro stessi) e concentrarsi sul trovare un modo per implementarla. A volte abbiamo anche delle modifiche su larga scala che devono essere applicate al codice, e questo può essere un modo facile per fornire contributi significativi con pochissima esperienza.

Superata la prima presa di contatto, passare al successivo stadio di comprensione del codice è impegnativo, a causa della carenza di documentazione; ad ogni modo con un po' di determinazione si può fare. Alcuni sviluppatori trovano che correggere un buco tracciando l'esecuzione attraverso i vari sottosistemi porti ad una buona comprensione del flusso del programma. A volte è istruttivo partire da una finestra di dialogo interessante e tracciare le chiamate di funzione nel codice. Oppure partire con il loader dei file SVG e seguire il flusso attraverso il parser. Altri sviluppatori hanno trovato che scrivere commenti inline nei file del codice è molto utile per acquisire la comprensione di una particolare area, con il beneficio accessorio di rendere quella porzione di codice più facilmente accessibile per i futuri sviluppatori.

Quando ti sentirai abbastanza avviato nella curva di apprendimento, l'implementazione di nuove funzionalità consoliderà la tua esperienza e comprensione del codice. Assicurati anche di scrivere le istruzioni per i test e la documentazione, poiché saranno di grande aiuto agli sviluppatori futuri assicurando la longevità del codice.

Qual è la dimensione e la composizione del codice?

Le statistiche aggiornate sono disponibili in questa pagina. Il codice è in qualche misura modulare, ma meno di quanto vorremmo. Se sei interessato a qualche specifica parte del codice, chiedi liberamente agli sviluppatori.

Quale motore di rendering utilizzate?

Attualmente usiamo un nostro renderer chiamato Livarot. Prevediamo di passare a Cairo quando sarà sufficientemente maturo.

Qual è la piattaforma di sviluppo?

La maggior parte degli sviluppatori lavorano in Linux. Comunque è anche possibile compilare Inkscape in Windows; questa pagina fornisce istruzioni dettagliate per questo come per la cross-compilazione dei binari per Windows in Linux.

Qual è il comando Linux per scaricare il codice tramite Subversion?

Istruzioni generiche sono al link Subversion della pagina Inkscape di sourceforge. Notare però che il comando fornito nella pagina sourceforge esaminerà tutti i moduli del progetto Inkscape e tutti i rami di questi moduli.

  • Per esaminare solo l'ultima copia del ramo principale (chiamato anche 'trunk') del programma Inkscape, usa:
    svn checkout https://svn.sourceforge.net/svnroot/inkscape/inkscape/trunk/
  • Per esaminare solo il 'trunk' di un altro modulo di Inkscape, usa:
    svn checkout https://svn.sourceforge.net/svnroot/inkscape/NOME_MODULO/trunk/
    dove NOME_MODULO è il nome del modulo che vuoi esaminare. Gli altri moduli che puoi esaminare includono: experimental, la nostra "lavagna" per realizzare prototipi; inkscape_web, che contiene i file del nostro sito web, e inkscape_project, che contiene i file di configurazione e altre cose a livello di progetto. Puoi usare il nostro viewer Subversion per ottenere i nomi dei moduli disponibili.
  • Per esaminare solo un ramo di un modulo di Inkscape, usa: do:
    svn checkout https://svn.sourceforge.net/svnroot/inkscape/NOME_MODULO/branches/NOME_RAMO/
    dove NOME_MODULO è il nome del modulo che vuoi esaminare, e NOME_RAMO è il nome del ramo che ti interessa. Puoi usare il nostro viewer Subversion per ottenere i nomi dei moduli disponibili e dei loro rami.

Questi comandi scaricheranno il modulo richiesto in una cartella chiamata trunk o NOME_RAMO, a seconda se si sceglie di esaminare il trunk o un ramo secondario.

  • Se successivamente vuoi provare un differente ramo di un modulo Inkscape, puoi farlo lanciando
    svn switch https://svn.sourceforge.net/svnroot/inkscape/NOME_MODULO/branches/NOME_RAMO
    nella tua copia di lavoro, dove NOME_MODULO è il nome del modulo su cui stai lavorando, e NOME_RAMO è il nome del ramo al quale vuoi passare.
  • Puoi fare qualcosa di simile per il rami tagged:
    svn switch https://svn.sourceforge.net/svnroot/inkscape/MODULE_NAME/tags/BRANCH_NAME
    Nota che Subversion supporta la possibilità di spostare singole cartelle di una copia di lavoro di un modulo in un ramo differente dello stesso modulo, così se vuoi passare un'intera copia di lavoro in un ramo differente, esegui svn switch nella cartella principale della copia di lavoro.

Come sono selezionate per l'implementazione le richieste di funzionalità?

Molti sviluppatori vengono coinvolti perché vogliono "togliersi un prurito", perciò se qualche sviluppatore desidera lavorare su una particolare funzionalità, ovviamente questa riceve attenzione dal punto di vista dello sviluppo. Questo è il meccanismo principale col quale le funzionalità vengono implementate.

Inkscape cerca anche di considerare seriamente le richieste di funzionalità degli utilizzatori, specialmente se sono semplici da realizzare o se si accordano con qualcosa che uno degli sviluppatori già vuole fare, o se l'utilizzatore ha aiutato il progetto in altri modi.

Se c'è una funzionalità che vorresti vedere implementata, ma nessuno ci sta lavorando, la cosa giusta da fare è immergerti nel codice e svilupparla tu stesso. Diamo grande importanza al mantenere il processo di sviluppo aperto, avendo in mente esattamente questo.

Preferirei che l'interfaccia assomigliasse a ...

Comprensibilmente, molti utenti sono abituati ad altri programmi (come Illustrator, GIMP, etc.) e preferirebbero che Inkscape seguisse questi nella progettazione dell'interfaccia. Gli sviluppatori di Inkscape esaminano costantemente altri progetti alla ricerca delle migliori idee per l'interfaccia. Una grossa motivazione è fare in modo che l'applicazione segua le linee guida di GNOME per l'interfaccia utente, che hanno una serie di regole su come è fatta l'interfaccia. Gli sviluppatori di Inkscape cercano anche suggerimenti e idee da altri progettisti di interfacce grafiche, come le squadre di GIMP, AbiWord e Gnumeric; si sono dedicati più a lungo a questo e noi li vediamo come eccellenti fonti di esperienze provate sul campo.

Ma cerca anche di capire che l'interfaccia di Inkscape, dopotutto, sarà l'"interfaccia di Inkscape". Cercheremo di trovare il nostro compromesso fra compatibilità con i programmi di grafica più diffusi, desideri degli utilizzatori, creatività degli sviluppatori e conformità con le linee guida. E' improbabile che questo compromesso soddisfi i desideri di tutti gli utilizzatori, e che raggiunga il 100% di conformità con le linee guida per l'interfaccia specifiche delle varie piattaforme, o che includa ogni idea degli sviluppatori; e se lo facesse probabilmente non sarebbe così buono. ;-)

Normalmente quando si discute del "look and feel" dell'interfaccia, si arriva alla conclusione che, in realtà, dovrebbe essere configurabile in modo che ciasun utente possa impostare poche opzioni e ottenere un'applicazione accogliente per lui. D'altronde, la flessibilità non deve essere usata come scusa per non assumere decisioni nette quando sono necessarie.

Aspetti legali

Sotto quale licenza è rilasciato Inkscape?

GNU GENERAL PUBLIC LICENSE Versione 2, June 1991 [1][2]

Personal tools
Namespaces
Variants
Actions
Navigation
Toolbox